Come votare all’estero

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

Vota all’estero per Rocco Siffredi

Come volti di voi sapranno, il governo è caduto e le nuove “elezioni anticipè” del 13-14 aprile, si approssimano. Come fare dunque per poter votare all’estero? Ebbene, nonostante votare sia un diritto e un dovere di tutti i maggiorenni, non è così facile farlo all’estero, soprattutto per determinate categorie di persone, come ad esempio gli studenti in Erasmus e tutti coloro che sono temporaneamente in trasferta.

In realtà, non è neanche così difficile. Dopo almeno dodici mesi di residenza all’estero, un cittadino italiano ha il dovere di iscriversi all’AIRE (Anagrafe Italiana dei Residenti all’Estero), presso il consolato di competenza. Una volta iscritti all’AIRE, qualora si verifichino delle elezioni durante il vostro periodo di residenza all’estero, riceverete per corrispondenza un plico con la vostra scheda elettorale che potrete rispedire al consolato italiano oppure consegnare di persona, oppure ancora tornare in Italia a votare di persona, previa notifica al consolato.

Ricordatevi che per potervi iscrivere all’AIRE e conseguentemente votare da Madrid, o in generale dalla Spagna, è necessario possedere la tarjeta de residencia che si richiede presso la Oficina de extranjeros, nella calle General Pardiñas, 90, metro Nuñez de Balboa. Solo in casi eccezionali si ammette un certificado de empadronamiento (un certificato di residenza) rilasciato dal comune di residenza.

Qual è il problema allora? Beh, se siete all’estero da meno di dodici mesi non potete votare, a meno che facciate parte di una di queste categorie: professori, militari, personale MAE e persino marinai di passaggio… Wow, proprio rappresentative, eh? Cosa faccio se sono appena arrivato e sto cercando lavoro? Oppure se sto facendo l’Erasmus, che dura solo dieci mesi?

Beh, speriamo che risolvano il problema, anche perché, secondo delle stime non confermate, negli ultimi tre anni sono espatriati 300.000 italiani, dei quali solo 50.000 in quel di Madrid! Per inciso, proprio per questo i “grillini di Madrid” stanno pensando di organizzare nei prossimi mesi una manifestazione di fronte al consolato italiano di Madrid per permettere a tutti, ma proprio a tutti gli Italiani di votare da Madrid. Vi terrò informati in merito, e magari farò anche una capatina in manifestazione, se ho tempo.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by santa in Documenti, Eventi e Concerti