Se una notte Madrid…

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

Dopo la notte a pulire la divisa stesaMadrid è una città pulita. Madrid è una città sporca.

Madrid è una sporca città pulita e una pulita città sporca. Madrid è una città che quando è sporca viene pulita e quando è pulita viene sporcata. Madrid è la catarsi, la purificazione, si sporca per pulirsi e si pulisce per potersi sporcare.

Madrid è una lavagna, sulla quale innumerevoli volte il gesso ha segnato nomi, numeri di telefono, ha disegnato volti, tutti prontamente cancellati al suono dell’ultima campanella, una vecchia lavagna dalla superficie porosa sulla quale s’imprimono solo le scritte più calcate.

Madrid è così, e il cancellino sono loro, gli uomini della limpieza, personaggi invisibili e magici della notte a Madrid, lavoratori rapidi ed efficienti che lavano, puliscono e cancellano le tracce di una giornata, di un pomeriggio, di una notte. A volte sai della loro presenza perché sotto un cielo stellato cammini su strade bagnate, a volte senti il fruscio dell’acqua dei loro idranti che ti corre accanto senza mai colpirti, altre volte il rumore dei loro camion che solleva bidoni. Quando di notte per Madrid vedete questi omini verdi e gialli, dovete fare in fretta e cercare nella notte appena passata, frugare e scegliere quali ricordi conservare, perché al loro passaggio i più futili spariranno, insieme alle cartacce, ai rigoli di piscia alle pozzanghere di vomito.

Gli uomini della limpieza sono parte della notte di Madrid, come la birra, come le urla, come la musica, come le code fuori dai locali, come i bicchieri di plastica, le bottiglie di birra da un litro e quelle di coca cola piene di rum. Come provetti acchiappa fantasmi, eroi del marciapiede, combattono la sporcizia, ma senza odio, consapevoli di farlo per dare la possibilità di sporcare ancora. Eliminano le tracce e archiviano il caso. Di modo che il giorno seguente prede e cacciatori possano inscenare di nuovo lo spettacolo, lo spettacolo del giorno e della notte per le vie pulite di Madrid.

Madrid è uno spettacolo.

Madrid, se fossi un fiore saresti un fiore rosso fra i capelli neri di una donna, se fossi un frutto saresti un maracuja, il frutto della passione, se fossi una bevanda alcolica saresti una tequila ghiacciata, gelida fuori, ma calda dentro, se fossi uno strumento musicale saresti un violino lontano che attrae i viandanti, se fossi una canzone saresti la primavera di Vivaldi, se fossi un indumento saresti un paio di scarpe usate che non riesci a non indossare, se fossi un piatto saresti un piatto piccante di quelli che fanno sudare ma dei quali non puoi lasciare niente, se fossi un locale saresti un seminterrato con il soffitto basso e pareti sudate, con la musica alta e la gente accalcata.

Madrid, se fossi una donna saresti la mia.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by zollo in Discoteche e Locali, Pensieri