Impantanati…arginare il caldo con i laghi di Madrid

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

pantanos-laghi-madrid.JPG

{Zollo: la comunità cresce! Proprio oggi in concomitanza con il nostro primo incontro ho qui per voi un altro italiano a Madrid da presentarvi: si chiama Stefano, ma preferisce essere chiamato Visix, dato che, come dice lui, “di stefani ne è pieno il mondo”.}

Questo è un post diverso, perché parla di Madrid di giorno (chi legge italianiamadrid.it si starà chiedendo “ma a Madrid c’è anche il giorno?”), e perché propone attività salutari (gli aficionados del blog sono sempre più disorientati…) e posti dove respirare un po’ d’aria fresca (adesso si sono veramente sconvolti).

Immagina Madrid fra qualche mese, alle 2 del pomeriggio: caldo… tanto caldo, l’aria che sembra uscire da un fon, il sole alto in un cielo bianco che ricorda quello dei western di Leone, l’asfalto che ti scotta solo al guardarlo, miraggi di cañas che attraversano al semaforo… e tu che pensi e ripensi al solito discorso fatto e rifatto “com’è Madrid?”, “bellissima, le manca solo il mare“.

Infatti, Madrid sarà pure ‘sta città geniale piena di tutto e di tutti, aperta 24 ore al giorno e 7 su 7, ecc… però quando inizia l’estate e la birretta ti si scalda fra le mani già dopo il primo sorso daresti qualsiasi cosa per sederti all’ombra di un albero e magari farti pure un bel tuffo. Sembrerebbe un altro miraggio irraggiungibile, ma… rullo di tamburi… si può fare! No, non è veltronite si può fare veramente!

Intorno a Madrid c’è una serie di laghi che a dispetto del loro nome poco invitante (pantanos) non sono affatto zone paludose dove fare i fanghi, ma bensì delle piccole pozze di mare, validi succedanei del tanto agognato mare. Per capirci, non aspettatevi spiagge caraibiche e nemmeno il mare di Cadiz, però se l’obiettivo è farsi una nuotatina, un giretto in barca o in canoa, i pantani potranno aiutarvi a sopravvivere alla micidiale estate castigliana.

Io qui ne proporrei un paio per poi lasciare spazio ai suggerimenti:

Pantano de San Juan. A meno di un’oretta di strada dal centro (uscendo sull’A5, si prende per Boadilla-Brunete e si segue per una 50ina di km la M-501 fino a che non lo vedete) questo pantano è un bel lago, dove farsi un tuffo, prendere un po’ di sole, cazzeggiare all’ombra e mi sembra ci siano pure dei merenderos per i fanatici della griglia. Non c’è una vera e propria spiaggia e per raggiungere l’acqua, bisogna un po’ buscarse la vida, magari entrando in qualche urbanización sfoggiando una bella faccia tosta per poi da lì arrivare alla sponda. In una di queste urbanizaciones c’è pure un club nautico con barche e tutto il resto, anche se il clima è piuttosto tamarro-chic, (motori da 50 cavalli in un lago fanno ridere i polli…).

Pantano de Valmayor. È il più vicino alla città, a 35 km dal centro (si prende la carretera de la coruña, si esce a las rosas, uscita 19, e si prosegue per el Escorial, arrivati a Galapagar si gira per valdemorillo e in 5 minuti si è lì). Qui purtroppo non ci si può buttare in ammollo visto che è una riserva d’acqua, però gli amanti della vela, del canottaggio, del windsurf e quant’altro si potranno sfogare (http://www.clubderegatasvalmayor.org/portal/ tanto per dare un link).

Vicino alla presa vedrete barche e barchette, potete chiedere lì informazioni. Se invece volete solo arrivare sulla sponda per godervi il paesaggio (si vede il monastero dell’Escorial dall’altra parte del lago), sulla strada che vi consigliavo, qualche km prima della presa sulla destra c’è una strada sterrata (cañas del rey o qualcosa del genere) che vi porta fino a questo piccolo mare.

Un saluto e buon bagno

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by Visix in Varie