Maggio adagio…

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

La siesta di Van Gogh

Cambiano i colori, le lingue, le strade, i nomi, ma come si cantava nelle manifestazioni, il proletariato non ha nazione e nella cultura popolare spagnola e in quella italiana si trovano numerosi parallelismi. Mettendo a seria prova la pazienza delle mie coinquiline e grazie al contributo della nonna di Sandra, una di loro, sono riuscito a raccogliere i proverbi dei mesi in spagnolo e li ho confrontati con i proverbi popolari italiani.

 

Il risultato è questo:

 

Gennaio polveraio empie il granaio.
La luna di gennaio luce come giorno chiaro.

En enero bufanda, abrigo y sombrero. (In gennaio sciarpa, cappotto e cappello)
No hay luna como la de enero, ni amor como el primero.

 

Febbraio febbraietto, mese corto e maledetto.
Sol de febrero, rara vez dura un día entero.(Il sole di febbraio raramente dura un giorno intero)
Febrero, febrerín,el más corto y el más ruin. (Febbraio il più corto e il più vile)

 

Marzo pazzerello esci col sole ma prendi l’ombrello
Marzo ventoso, abril lluvioso (Marzo ventoso Aprile piovoso)

 

Aprile dolce dormire.
Aprile, ogni giorno un barile.
D’aprile ogni goccia un barile.
En abril aguas mil al entrar y no al salir. (In Aprile acqua a mille, all’inizio ma non alla fine)

 

Maggio adagio
Hasta el 40 de mayo no te quites el sayo (Fino al 40 di maggio non toglierti il saio)

 

Giugno la falce in pugno
Junio, la hoz en el puño. (Come direbbe Benigni, “ugualos)

 

In Luglio il temporale dura poco e non fa male.
En julio mi trigo, y en agosto el de mi amigo. (In Luglio il mio grano e in Agosto quello del mio amico)

 

Agosto moglie mia non ti conosco.
Cuando llueve en agosto, no llueve agua sino mosto. (Quando piove in Agosto non piove acqua ma mosto)
Agosto está reñido con Baco y Cupido. (Bacco e Cupido competono in Agosto)

 

A Settembre la notte con il dì contende.
Septiembre o seca las fuentes o se lleva los puentes. (Settembre o asciuga le fontane o distrugge i ponti)

 

Se l’Ottobre non è chiaro e giocondo, non sperare che l’anno sia fecondo.
Por San Lucas, mata tus puercos y tapa tus cubas. (Per San Luca ammazza i tuoi porci e chiudi le tue botti)

 

Per Ognissanti, manicotto e guanti.
A primeros de noviembre, quien no sembró que no siembre. (Agli inizi di Novembre, chi non ha seminato non semini!)

 

Dicembre piglia e non rende.
En diciembre, se hielan las cañas y se asan las castañas. (A Dicembre si ghiacciano le canne e si arrostiscono le castagne)

 

La tradizione popolare parla più che altro di clima soprattutto in relazione alle le realtà agresti, molti detti risultano quindi un po’ fuori contesto per quanto reguarda la vita in città, c’è da dire che, dato il clima di Madrid in questo weekend, il consiglio di coprirsi fino al 40 di maggio non è poi così fuori luogo…

Quello che ho notato è che i detti spagnoli sono Molto più poetici e devo dire che in diversi casi li preferisco rispetto a quelli italiani.

Avete qualche detto da aggiungere?

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by zollo in Cultura e Società, Varie