Bar Melo’s: abbuffate dalla Galizia profonda

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

I panini del Bar Melos di Madrid (lavapies)

Ragazzi lo ammetto, scrivere quest’articolo mi costa un po’. Perché il posto di cui vi sto per parlare è così buono, autentico ed economico che il mio sano egoismo me lo farebbe tenere solo per me. Ma poiché noi italiani a Madrid siamo tutti fratelli, penso che ve lo meritiate. E allora segnatevi quest’indirizzo: Calle Ave María 44, a Lavapiés. È qui che sorge il Bar Melo’s, vero monumento gallego all’abbuffata e all’edonismo mangereccio.

Ci sono sere in cui vuoi farti del male. Magari qualcosa è andato storto al lavoro e devi consolarti. O, al contrario, qualcosa è andato da dio e allora vuoi concederti un piccolo premio. Ogni scusa è buona per regalarsi una milionata di calorie, ogni tanto. Se questo è il caso, lascia perdere l’hamburger, dimentica il kebab e dirigiti senza esitazioni al bar Melo’s. Scendi alla metro Lavapiés, attraversa la piazza e fai la salita. Eccolo. Deluso? Già, è proprio il tipico bar cutre, triste, spagnolo. Ma il segreto c’è. Entra e fatti strada fino al bancone e lo scoprirai. Per farlo dovrai dispensare gomitate e calci agli stinchi o sei fuori dal gioco.

Giunto alla meta recita al ragazzo davanti a te “Una zapatilla, por favor”. Dietro di lui vedrai una donna, sua madre, che a prima vista scambierai per Kali, la dea indiana a quattro braccia, tanto si muove con rapidità e destrezza tra le piastre e la friggitrice. Dopo qualche minuto avrai in mano lui, il piacere, sotto forma di due enormi fette di pane casereccio tostato, farcito con etti ed etti di fumante lacón (un salume a metà strada tra un prosciutto cotto e un crudo) e queso de tetilla (un formaggio galiziano a pasta molle), il tutto ben grigliato. Mancano solo una birra o del vino e un paio di amici. Nessun essere umano infatti può pensare di mangiare una zapatilla da solo, bisogna essere in due, meglio ancora in tre, e forse riuscirete a finirla.

Oltre a questa grande protagonista, dalla cucina di Melo’s escono altre prelibatezze. Le loro croquetas sono per molti tra le miglioir di Madrid. Ogni ración conta 8 grandi, calde, imperfette, cremose crocchette, ma si possono ordinare anche singolarmente. E poi i pimientos de Padròn, un misto di peperoni verdi fritti dolci e piccantissimi… il bello di mangiarli sta soprattutto nel vedere la faccia di chi becca quello piccante! E poi empanadillas (una sorta di piccoli calzoni fritti) e morcilla (una salsiccia fatta di riso e sangue di maiale, tagliata a fette e fritta).

I prezzi, per la qualità e la quantità del cibo sono incredibili: le crocchette un euro ciascuna, una zapatilla sui 7 euro. Se pensi che un menù di McDonald’s costa uguale…

Il locale apre tra le 20:00 e le 20:30, meglio andarci sul presto per evitare la calca. Lavapiés è un barrio che alcuni ritengono pericoloso, io non ho mai avuto problemi camminandoci la sera. È un quartiere con una forte prevalenza di immigrati, soprattutto nordafricani, ma rimanendo su strade frequentate e illuminate non avrete alcun problema. Al contrario può essere un posto interessante e possiede anche un nuovissimo teatro, il Valle-Inclán, dove vanno in scena ottimi spettacoli.

Aspetto vostri feedback!

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by Luca V. in Cucina, Ristoranti