El Parque del Buen Retiro di Madrid

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

parque_del_retiro_madrid.JPG

“Antò fà caldo…” Ricordate la “amabile fanciulla” dello spot del the freddo che fracassava altrettanto amabilmente i “maroni” del povero Antonio a causa del caldo torrido? Beh in questi giorni (a parte il diluvio della settimana scorsa) qui a Madrid fa un caldo pazzesco e purtroppo per domani il meteo prevede 37° C. A parte spogliarsi (ipotesi che ci piacerebbe prendessero a cuore le nostre lettrici), dotarsi di marchingegni rudimentali che ci obbligano alla scelta silenzio vs fresco, esiste l’opzione seguir la sombra: ovvero praticare del sano ozio in uno dei tanti parchi di Madrid.

Bocciata a priori qualunque attività che implichi il ben che minimo sforzo fisico, zero sport tipo volley, calcetto o “nascondino”; l’attività di cui parlo è semplice ozio. Ammesse birre ghiacciate, chitarre e per chi vuole “canne”, tollerata l’attività di “broccolaggio”. Anche se più professionalmente già il nostro Visix aveva parlato dei pantani un altro posto dove cercare riparo dalla torrida estate a Madrid, io qui vi parlerò del Parque del Buen Retiro, uno dei parchi di Madrid.

Con i suoi 368 anni il Parque del Buen Retiro costituisce una possibile soluzione alla calda estate a Madrid; gli ingressi sono diversi e una volta entrati troverete una variopinta schiera di gente pronta a offrirvi numerosi servizi: dagli “artisti” che per una decina di euro vi fanno la caricatura, ai “cartomanti” che vi diranno esattamente tutto ciò che le vostre orecchie vogliano sentire sul vostro futuro, ai veditori di pipas (semi di girasole) e chucherías (caramelle, patatine e schifezze varie) che vi faranno venir sete ai chiringuitos (chioschi di bevande) che la placheranno con bevande ANALCOLICHE; per non parlare degli hippy venditori di monili e dei massaggiatori orientali.

Se vi dovesse andare una cañita (cosa che probabilmente succederà) esistono tutta una serie di Terrazas (baretti all’aperto); spenderete 4,50€ per una jarra di birra (0.40 cl), 2,50€ per una caña (0.33 cl alla spina) o per un tercio (0.33 in bottiglia). Las Terrazas vendono anche qualche semplice tapa a un prezzo ragionevole, cosa che vi sarà utile soprattutto se avete optato per l’abbinamento birra/chitarra /canna. A proposito “MI HANNO DETTO” che al Parque del Buen Retiro è possibile acquistare e consumare (stando attenti alle numerose pattuglie di poliziotti) hashish e marijuana, ma chiaramente sappiate che il consumo di droghe leggere è proibito in anche in Spagna.

A parte bivaccare con i vostri amici sul prato del parco potrete farvi un giro per i vari monumenti e fontane, tra questi vi consiglio il Monumento ad Alfonso XII° dove, soprattutto la domenica, troverete musicisti da strada con i loro timbales (bonghi) animatori di una festa continua che coinvolge i passanti. Il Monumento ad Alfonso XII° si trova attaccato al laghetto artificiale pieno di pesci rossi (ormai mutati geneticamente) che potrete navigare per 4,50€ (45 minuti).

Il Parque del Buen Retiro d’estate apre dalle 06.00 alle 24.00 naturalmente l’ingresso è gratuito. Beh adesso non avete più scuse anche la domenica “mattina” a Madrid, se volete, avete qualcos’altro d’interessante da fare.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by sandro in Arte e Architettura, Cultura e Società, Turismo