Europei 2008 – Notte perfetta, e adesso… Podemos!

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

Europei 2008 - Italia Francia

Sulla Francia non voglio dire molto, sono già a casa e non sta bene parlare degli assenti. Mi limiterò a ringraziare gli Azzurri che sono entrati in campo con la foga di chi vuole e deve vincere, la fortuna che ci ha privato degli spiacevoli primi piani di Ribery e del furbissimo Abidal, oltre a regalarci quel fantastico tocco d’esperienza di Henry sulla punizione di De Rossi.

Ma più di tutti voglio ringraziare Domenech e i genitori di Benzema che hanno reso possibile la sua presenza in questa partita, è il mio idolo! Per chiudere sulla partita, vorrei riportare qualche titolo della stampa estera sulla nostra impresa: il Daily Mail “Bellissimo, l’Italia ancora una volta si alza quando conta“, il Sun “Una squadra che inizia dagli abissi per poi sollevarsi con una prestazione di altissimo livello quando nessuno più se lo aspetta”, l’Equipe “Ineluctable” inevitabile, El Mundo parla di “resurrezione” e delle “sette vite dell’Italia“.

Ed ora dobbiamo affrontare il Paese che amiamo e che ci ospita, ma il calcio e la nazionale sono un’altra cosa. Saremo senza Gattuso e Pirlo, entrambi squalificati, ma la nostra forza è tutta nel gruppo, nella squadra e non troppo nei singoli, perciò mi importa poco di indagare su chi scenderà in campo se chi lo farà giocherà con la stessa voglia e rabbia agonistica di martedì.

Non parlerò della storia della partita per questioni rigorosamente scaramantiche, quindi mi limiterò a dire che sarà una partita emozionante per tanti motivi, non ultimo quello di viverla da qui, e durissima per entrambe le squadre. Loro hanno un attacco formidabile e forse il centrocampo più forte del mondo, ma noi siamo una squadra che non molla mai, un collettivo che tira fuori il cuore quando serve.

Europei 2008 - Italia Francia

Facciamo gli auguri a Barzagli (nostro ennesimo infortunato, anche se con tutto il rispetto non penso sia una perdita paragonabile alle precedenti) ed anche, perché no, a Ribery che si è operato ieri a Monaco( casa sua, ndr), quindi lasciatemi dire un “Au revoir” ai transalpini prima di invitarvi nuovamente all’O’Neill’s domenica 22 Giugno alle 20.00 per la prossima sfida al cardiopalma contro i tanto amati spagnoli che per novanta minuti saranno solo nostri avversari.

E mi raccomando, vi voglio tutti seduti agli stessi identici posti bevendo lo stesso numero di birre (se lo ricordate) di martedì… La scaramanzia nel calcio è sacra!

PS. Un grazie a Daniele per il suggerimento a caldo sul titolo.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by roberto in Calcio, Sport