Europei 2008, Olanda – Italia 3 -0, cos’è successo?

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

Olanda italia europei 2008

Purtroppo ho l’infausto compito di commentare una partita che vorrei soltanto dimenticare, ci sta perdere ma non così, non 3 a 0! Di certo nessuno pensava alla vigilia di dover leggere dichiarazioni come quella di Buffon: “È stata la più brutta partita degli ultimi 12 anni, chiediamo scusa ai tifosi italiani”, o di dover capire che partita ha visto Donadoni per affermare: “Non è stata la peggiore partita della mia gestione. Non è giusto, abbiamo subito due gol commettendo degli errori ma al di là di questo l’Olanda non ci ha sovrastato. Siamo partiti bene, poi abbiamo pagato un po’ l’approccio alla prima gara”. Però dovrà spiegarci perché sul secondo gol, tra l’altro strepitoso, Sneijder era marcato da Di Natale e perché Van Bronckhorst non era marcato da nessuno. Subire due gol in contropiede non è proprio da Italia.

Una delle chiavi del nostra disfatta sta sicuramente nella difesa, passata dall’essere la più forte del mondo alla più scarsa d’Europa: in una sola partita agli europei abbiamo subito il 50% dei gol in più rispetto al mondiale, dove in tutta la competizione furono 2, di cui uno su rigore! Ho visto una coppia di centrali neanche paragonabile alla difesa di un San Marino in giornata no (con tutto il rispetto), Barzagli spaesato e Materazzi che dispensava lisci e lanci degni della classica partita a calcetto tra scapoli e ammogliati. Parlando e sparlando del resto della squadra, come non ricordare l’impalpabilità di Camoranesi e di un centrocampo efficacissimo nel lasciare Toni e Di Natale soli a loro stessi evitando di fornire palle giocabili. Su Donadoni c’è da dire che ha avuto il “coraggio” di far entrare gente brava e con voglia sul 2 a 0, da notare la mossa Cassano a 15 minuti dalla fine…

Europei 2008 olanda italia goal

Forse sono un po’ duro, non è stato tutto così negativo,abbiamo a avuto le nostre occasioni: strepitosa punizione di Pirlo neutralizzata da una quantomeno inaspettata prodezza di Van der Sar, tentativo di pallonetto inspiegabile di Toni solo davanti alla porta degli Orange, azione personale di Grosso un paio di tiri alti di Del Piero. Salverei anche la grinta di Gattuso del secondo tempo, se non fosse stata così isolata. Ma vedere i campioni del mondo perdere tre a zero e soffrire nei minuti finali, dove per poco non pesca il clamoroso quarto gol, beh, per non usare eufemismi, mi fa davvero incazzare.

L’unica cosa da fare è lasciarci alle spalle questa umiliazione e pensare alle prossime due gare, magari sperando che giochino quelli in forma, quelli che hanno voglia e qualcosa da dimostrare. Anche se la squadra vista ieri non ci fa ben sperare, io (e credo tutti noi) ci credo!

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by roberto in Calcio, Sport