Free Nasti!!!

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

Discoteche Madrid: Il Nasti

Se siete gente curiosa, se siete tra quelli che “perdono” o “invertono” parte del tempo sbirciando “maiespeis”, Last Fm, blogs, fotologs, ecc., se avete scelto la notte e se Malasaña è la vostra capitale, sicuramente avrete visto un poster in bianco e nero in cui sono rappresentati dei ragazzi che pare gridino “Free Nasti!”.

Il Nasti non è uno staterello di cui i giovani ne reclamano l’indipendenza, bensì

uno dei più famosi locali indie di Madrid; una sala (è cosí che si denominano, a Madrid, i locali dove si tengono concerti) che da circa tre mesi sta vivendo, assieme ai suoi gestori e frequentatori, uno dei peggiori momenti della sua Storia.

Scrivo Storia con la “s” maiuscola perché questo locale è un locale storico di Madrid e pieno di storie di gente che non sopporta “Shakira” nè tanto meno “El canto del Loco”!

 

Sala Nasti

La sala Nasti (vd. definizione su www.nasti.es), l`antica e famosissima sala “Maravillas, è una delle poche sale di concerti che è riuscita a sopravvivere a Madrid. Secondo alcuni il suo programma di concerti e la gente che lo frequenta, sarebbe ancora all’altezza di quel nome, nome con cui fu batezzato questo spazio relativamente piccolo o relativamente grande, insomma, relativo, quattordici anni fa. Ma continuiamo con la storia…Il “Maravillas” è, da sette anni, il Nasti, o meglio, una sala con tre identità differenti ma molto simili.

I giovedí è l’ “Astoria”, il venerdí “Barbarella”, il sabato “Nasti”. Ad essere sincera io non distinguo molto bene le sue identità, giacchè la musica che mettono i djs nelle diverse serate è molto simile, ma se preferisco i giovedì, qualche differenza ci dovrà pur essere!? Forse dovrei dire preferivo, non perché io sia cresciuta, ma perché se il Nasti era pure uno dei pochi locali di Malasaña che rimaneva aperto più in là delle 3:30, da quasi tre mesi, e non si sa molto bene perché, la stessa licenza che prima permetteva chiudere alle 5:30/6:00, ora lascia aprire il locale solo sino alle 3:30; una decisione che potrebbe portare, tra non molto, alla chiusura definitiva di questo “mitico garrito” in cui si balla e suda tutti simpaticamente e appassionatamente!

Se volete vedere e ascoltare com`era il Nasti sino a una dozzina di settimane fa e leggere la lettera che ha inviato ai suoi amici (cool people) e nemici (il comune e la polizia) andate su MySpace.

Il Nasti vi aspetta con i suoi concerti di gruppi che nessuno conosce (ma che tra due anni saranno di moda), la sua gente, la sua musica e i “porteros” più antipatici di Madrid, tutti i fine settimana, ma ahimè, solo sino alle 3:30!

Buon Nasti e Free Nasti!!

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by valentina in Discoteche e Locali