Indiani a Madrid a La Casa Encendida

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

La Casa Encendida

So che molti di quelli che hanno forgiato la loro infanzia con Tex in questo momento immagineranno pellerossa seminudi a cavallo nel bel mezzo del deserto; ma il panorama in cui si collocano questi Indiani (quelli che lanciano missili nello spazio) è ben diverso, è Madrid: un adelle piú grandi (e belle) Capitali d’Europa, nonchè “temporanea isola di felicitá” di tutti noi.

Madrid a tanto da offrire, la abbiamo presentata in tutte le salse. In questo caso la salsa è a base di cultura con un pizzico di spezie indiane. Divagazioni culinarie a parte, dal 21 ottobre al 4 gennaio potrete “gustarvi” l’arte indiana all’esposizione “Reflejos de la India Contemporánea” presso La Casa Encendida.

La Casa Encendida é un centro sociale e culturale (figlio di Caja Madrid) luogo di incontro delle avanguardie artistiche, ma anche sede di corsi con oggetto l’ambiente e la societá. Se volete farvi un’idea potrete passeggiare comodamente dal vostro pc cliccando quí.

La Casa encendida apre le porte tutti i giorni dalle 10:00 alle 22:00; alcune mostre e/o corsi sono a pagamento. Ecco il Programma di ottobre 2008.


Reflejos de la India Contemporánea

L’esposizione “Reflejos de la India Contemporánea”  ha  come protagonista la variegata realtà indiana, vista e rappresentata da Heela Gowda (Bhadravati, 1957), Amar Kanwar (Delhi, 1964), N S Harsha (Mysore, 1969), Anup Mathew Thomas (Kochi, 1977). Quattro, gli artisti, provenienti da parti diverese del paese; in grado di offrire diverse prospettive sull’incontro-scontro fra tradizione e modernitá, ma anche su temi come la violenza, l’identitá culturale, l’emigrazione etc.

Il punto di vista statico offerto dalle immagini è integrato da quattro video-documentario sugli artisti  realizzati tra il 2006 e il 2008 da Luisa Ortinez (curatrice dell’esposizione).

Volete sbirciare alcune delle opere?

Buona Visione!

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by sandro in Arte e Architettura, Cultura e Società, Madrid