Italiani a Madrid contro il decreto Gelmini

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

 Madrid decreto gelmini

{Zollo: questa è una comunicazione che mi è arrivata da Cinzia, una ragazza che non conosco ma che pare avere le idee molto chiare. La pubblico esattamente come mi è arrivata. E pubblico il comunicato stampa sul nostro forum di madrid}


La Rivolta degli studenti si estende anche all’estero!

Madrid, la Capitale Spagnola, diverra’ domani la prima sede estera dove si effettuera’ una  manifestazione degli studenti italiani  che aderiscono allo sciopero nazionale della scuola indetto dai sindacati.

Saranno protagonisti gli studenti italiani e spagnoli della Scuola Italiana di Madrid con le loro famiglie e notizia dell’ultima ora il Movimento Studenti Italiani di Madrid.

Il sit in avverra’ in c/Lagasca, 98 davanti all’Ambasciata Italiana.

A tal proposito abbiamo intervistato uno dei suoi membri rappresentativi Simone Costa:” Come e’ nato il Movimento?”"Siamo nati da discussioni fra amic italiani nelle varie caffetterie delle facoltàdi madrid. Ci siamo resi conto nei giorni passati del crescente malcontento e del fatto che eravamo in tanti a sostenere l’ipotesi della necessità di riunirci. Ci abbiamo provato e ieri, 29-10-08 ci siamo ritrovati in 25 nella caffetteria di filologia nella ciudad universitaria (UCM). Abbiamo deciso di iniziare la nostra azione con una manifestazione sit-in davanti all’ambasciata il giorno 30 ottobre consapevoli di muovere solamente il primo passo.Abbiamo trovato l’appoggio del liceo italiano di madrid del cui collettivo dobbiamo ancora conoscere esattamente motivi e linee della protesta. ”Quali sono le altre linee guida” “Democraticità e non violenza sono le prerogative di questo gruppo nato a salvaguardia e tutela di istruzione e ricerca, attualmente in grave pericolo e senza futuro nel nostro paese.

Ritenendo questa materia di interesse comune a tutti i cittadini italiani, crediamo sia giusto mantenere un profilo democratico e quindi non marcato politicamente nel rispetto di tutti; non violento, evitando così facili strumentalizzazioni. Pare ovvio che la volontà del governo di un qualsiasi Stato dovrebbe essere quella di avere un popolo istruito e quindi capace di competere a livello internazionale aiutando così lo sviluppo del proprio paese. Con queste prerogative in Italia l’istruzione sarà invece presto un lusso destinato a pochi e questo non possiamo accettarlo. Non esisteranno “pari opportunità”, ammesso siano mai esistite, e non è ammissibile che in futuro il figlio di un operaio non possa fare altro che seguire la strada del padre, cioè fare l’operaio, e che soltanto i figli di medici o avvocati potranno permettersi gli studi per diventare medici o avvocati.

 Perchè anche l’operaio vuole il figlio dottore!”

“Come e’ possibile contattarvi per gli interessati a partecipare?” ” Siamo rintracciabili in facebook basta cercare Italiani a Madrid Salviamo l’Istruzione dal Decreto Gelmini”

“E per coloro che non fossero iscritti a facebook” “Ecco qui la mia mail simo8711@hotmail.it”

“Come intendete proseguire?” “Abbiamo preso contatto con studenti spagnoli. Consapevoli che i motivi di fondo delle nostre proteste presentano evidenti radici comuni, aspettiamo di sederci nei prossimi giorni in un tavolo comune per capire quali sono le possibilita’ di muoverci congiuntamente per il futuro (primo passo probabile dare il nostro appoggio alla loro manifestazione del 13)”.

“Riecheggia il ’68″.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by zollo in Italia, Politica