Elezioni per la presidenza degli USA: OBAMA PRESIDENTE

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

Presidenziali USA 2008

Forse il mondo sta cambiando, molti dei lettori hanno vissuto una piccola – grande rivoluzione trasferendosi a Madrid, ma il tema di questo post è lo storico cambiamento avvenuto proprio oggi, un cambiamento d’oltreoceano: Obama è ufficialmente il Presidente degli Stati Uniti d’America, per la comunità afro-americana probabilmente “il primo”.

Ci siamo, la quiete dopo la tempesta, l’incubo Bush è finito; sopratutto gli Americani sembrano aver capito la lezione e hanno evitato un ulteriore incubo chiamato McCain: repubblicano, ex combattente in Vietnam, degno successore di Bush (che ha ottenuto il triste record di 515 miliardi di dollari buttati in spese militari).


Obama ha stracciato McCain  con ben 202 voti elettorali di vantaggio (più di 4.000.000 di voti) vincendo anche in Florida, Ohio (che avevano portato Bush alla vittoria nel 2000 e nel 2004) e Virginia (i democratici non vincevano dal 1964). La vittoria di Obama alle presidenziali 2008 è ancora più spettacolare considerando che è il primo presidente nero per un paese con una importante presenza di cittadini afro-americani (13% ), immaginate i festeggiamenti. Accolta con gioia la vittoria di Obama alle presidenziali USA 2008 dal presidente José Luis Rodríguez Zapatero che la interpreta  come l’apertura di “un nuovo periodo di speranza” e che si autodefinisce “amico e alleato fedele”. Tutt’altro che di festeggiamenti e gioia si parla in Italia tra i “rispettabili” componenti della maggioranza:

per esempio l’Onorevole Gasparri:“…con Obama alla Casa Bianca forse Al Qaeda è più contenta”.  

 

E il “nostro amatissimo” premier Silvio Berlusconi:“Potrò dargli dei consigli perchè sono più anziano…”

Presidenziali USA 2008

Cosa dire cari Italiani a Madrid, forse è vero che la speranza è l’ultima a morire, anche se c’è chi ad ammazzarla ce la mette proprio tutta. Proviamo a prendere a modello la volontà degli statunitensi di cambiare le cosepiúttosto che il loro modello dis-educativo.

CONGRATULAZIONI OBAMA e SCUSA se i “miei” rappresentanti non mi rappresentano affatto!


 

P.S. http://www.italianiamadrid.it/ è APOLITICO, questo post esprime solo le mie opinioni personali, spero non aver “ferito nessuno dei lettori” che come sempre in questo blog hanno DIRITTO DI REPLICA.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by sandro in Cultura e Società, Politica, Varie