Fare il brunch a Madrid? Da Oliver!

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)


brunch-madrid-cafe-oliver.JPG

La domenica il tempo si dilata, è così in tutto il mondo, ci si può rilassare, non si devono rispettare orari, si può dormire qualche ora in più e si può smaltire la sbronza rimanendo beati sotto le proprie coperte ripercorrendo col pensiero la notte appena passata. Per la maggior parte della popolazione mondiale, infatti, e nello specifico per quella parte del mondo che può permetterselo, la domenica è il giorno della resaca, il giorno della fiacca, magari anche il giorno di Dio, ma per molti anche il giorno del brunch.

brunch-madrid-cafe-oliver_1.JPGIl brunch a Madrid ha attecchito, e come non poteva farlo? Chi vive a Madrid e non rinuncia alle sue notti sa perfettamente cosa significhi non avere la minima idea della differenza che intercorre, la domenica, ma non solo, tra colazione, pranzo e cena. Il brunch è una moda che è nata a Manhattan proprio in risposta alle tipiche situazioni domenicali. Per i popoli del nord, più abituati a fare colazione con cibi salati, la cosa ha preso piede molto prima, in Italia e in Spagna è moda dell’ultimo decennio.

 

Il Brunch nient’altro è che un misto tra colazione e pranzo, è un pasto che contiene un po’ di entrambi i più canonici pasti e dovrebbe tenersi dalle 11 di mattina alle 15. Il nome stesso deriva dalla fusione delle parole breakfast e lunch (colazione e pranzo). In effetti, il brunch a Madrid sarebbe più opportuno se si chiamasse Brinner, dato che è più un misto tra cena e colazione! Pensate che inizialmente gli ormai numerosi posti che offrono il brunch a Madrid avevano fissato l’orario di apertura alle 11 per seguire la moda e gli standard europei, ma, ovviamente, hanno dovuto slittare di ben 2 ore a causa di una frequentazione praticamente nulla.

Domenica sono andato a fare il brunch in un posto fantastico, sotto tutti i punti di vista: servizio, qualità del cibo ed estetica del locale. Il locale si chiama Café Oliver (Calle de Almirante, 12), è segnalato sulla guida michelin da ben 3 anni e a quanto pare è stato il primo ad offrire il brunch a Madrid. Il posto è gestito da francesi, lo chef è francese e anche gran parte del personale. L’ambiente è amichevole e rilassato, davvero di gran gusto. Si trova nel cuore di chueca e potrebbe rappresentare un’ancora di salvezza per molti!

Brunch Madrid - Uova benedettine

Ovviamente, come tutti i brunch, non è barato, costa 24 euro a persona, ma vi assicuro che, per chi vuole fare il brunch, sono spesi bene. Il prezzo fisso comprende, come entradas, spremuta di frutta di stagione, bibita calda (tè, infusioni, caffe…), un cestino con pane caldo buonissimo e brioches squisite, le varie marmellate e salse da spalmare.

 Brunch Madrid - Uova strapazzate

Per la prima portata, invece si può scegliere tra le uova fatte in modo differente, io ho preso le classiche uova benedettine ( uova e bacon adagiato su una fetta di pane tostato e ricoperte di salsa irlandese (formaggio fuso e maionese). Come altra portata potrete scegliere tra diverse cose pancake e sciroppo d’acero o un ottimo cheeseburger che vi consiglio però di chiederlo senza cipolla altrimenti la domenica e i tempi di digestione, già dilatati di loro, tenderanno all’infinito… Il menu completo potrete vederlo qui.

Buon brunch a Madrid! Se ne conoscete altri e li avete provati di persona, segnalate!

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by zollo in Cucina, Ristoranti