Plaza de Callao diventa pedonale

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)


Madrid, plaza de Callao pedonale

Esattamente una anno fa Santa inaugurava queste pagine con un articolo sui lavori in corso a Madrid e oggi, stesso giorno dell’anno successivo scrivo anch’io un articolo sui lavori (che saranno) in corso.

Vi avevo accennato già in un precedente articolo il problema che Madrid ha con l’inquinamento acustico e, la nostra amata città, altro non fa che prepararsi per “allietare” i risvegli degli abitanti della zona di Callao e Santo Domingo nei mesi più caldi, proprio quelli in cui si vorrebbe dormire con la finestra aperta… Auguri ragazzi, l’anno scorso è toccato a me, adesso un po’ a voi e vi spiego perchè…

 ”El corazόn de la capital se transforma,” Inizia così l’articolo di 20 minutos nel quale viene illustrato il progetto che trasformerà la Plaza de Callao in isola pedonale. Il 5 febbraio è astato approvato, con ben due anni di ritardo, il progetto dei lavori, che, a quanto pare, inizieranno ad aprile e si concluderanno in 7 mesi. Se la matematica non è un’opinione e se gli appalti in Spagna non funzionano come quelli in Italia, a Novembre vedremo la nostra bella Callao completamente diversa.

La piazza verrà unita a Calle Preciados e si potrà tranquillamente attraversare a piedi senza aver timore del traffico. Gli autobus che attualmente fermano in Plaza Callao di fronte a Starbuck’s si fermeranno in calle Jacometrzo, che diventerà una via a traffico limitato per taxi, autobus e per chi possiede permessi speciali. Le modifiche non riguarderanno solo Callao, dove per fortuna hanno ben pensato di togliere anche quell’orrenda fontana centrale, ma raggiungeranno piazza di Santo Domingo e l’omonima cuesta che porta giù fino ad Opera.

In tutta questa zona elimineranno il parcheggio in superficie e amplieranno di un 64% il marciapiede. In Callao verranno piantati 48 alberi che si andranno ad aggiungere ai 28, il risultato non dovrebbe essere male.

Le modifiche comprenderanno ben 20.697 metri quadrati e costeranno 4,93 milioni di euro. La cosa interessante è che questi (quasi) 5 milioni di euro sono disponibili grazie al piano anticrisi dek “Fondo Estatal de inversiόn local” (FEIL).Inutile dirvi che la cosa ha sollevato numerose polemiche soprattutto da parte dell’opposizione al governo Zapatero.

Considernado che è passato un anno preciso da quando abbiamo aperto questo spazio e considerando tutte le cose che sono cambiate in un solo anno e quelle che cambieranno, considerando che Santa è in Argentina, che sono le 4 e dovrei dormire dato che domani lavoro, vi lascio con la teoria del panta rei di Eraclito perchè non saprei che altro aggiungere!

« Non si può discendere due volte nel medesimo fiume e non si può toccare due volte una sostanza mortale nel medesimo stato, ma a causa dell’impetuosità e della velocità del mutamento essa si disperde e si raccoglie, viene e va. »

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by zollo in Arte e Architettura, Trasporti, Varie