In vino veritas!

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)


Vini spagnoli Madrid

“Et però credo che molta felicità sia agli uomini che nascono dove si trovano i vini buoni”, se lo dice Leonardo da Vinci, non possiamo che credergli. Una terra che produce vino buono è senza dubbio una terra abbondante, rigogliosa con ricche tradizioni e con una grande cultura.

La Spagna è, senza dubbio, una grande produttrice di vini di alto livello, ha un clima molto simile al nostro e una cultura vinicola che non ha nulla da invidiare a quella italiana o a quella francese, peccato però che per noi italiani sprovveduti sia, molto spesso problematico sapere quale vino scegliere.

Premetto che adoro passare molto tempo nel reparto dei vini spagnoli al corte ingles o negli altri supermercati più o meno forniti. Appena arrivato a Madrid, una volta arenatomi nella corsia dei vini, i miei criteri di scelta erano i seguenti: prezzo (sempre sopra i 5 euro), gradazione alcolica (sempre sopra il 13%) e annata, preferibilmente un 2005, 2004 o 2001. Muovendomi con questi criteri sono arrivato, nel giro di 2 anni, a provare numerosi vini e oramai a seconda di quello che si prepara da mangiare vado sempre sul sicuro. Ricordo per chi non lo sapesse che la dicitura DO (Denominación de Orígen) è l’equivalente della nostra DOC (Denominazione d’Origine Controllata) mentre per indicare il livello più elevato, quello che noi definiamo con DOCG (Denominazione d’Origine Controllata e Garantita) qui utilizzano la sigla DOC (Denominación de Orígen Calificada). Al momento in Spagna le DOC sono solo La Rioja e El Priorato.

 

La Spagna è una grandissima produttrice di vini, ma come in Italia, le zone famose e rinomate, non sono moltissime.

 

  • Famosa per i vini rossi corposi è senza dubbio la Rioja che è una zona al Nord dove vengono prodotti i vini più venduti di tutta la spagna. Un vino DOC Rioja difficilmente vi deluderà.

  • Altra zona famosa per i suoi vini è Castilla y León, dove producono il famosissimo e, attualmente, molto alla moda in Spagna, Ribera del Duero, altro vino rosso di ottima qualità. Questa zona è anche famosa per il Rueda, un vino bianco, in reltà qui in Spagna è uno dei pochi che ho provato perché non mi è capitato spesso di mangiare pesce, comunque non è per nulla male. Sempre originario di questa zona è il Toro, un vino famoso in tutto il mondo.

  • Tra i 100 migliori vini spagnoli 25 sono catalani, infatti, nella zona di Penedés vengono prodotti moltissimi vini. Questa zona in realtà è famosa per il Cava, lo spumante, infatti il 95% della produzione dei vini di Penedés si occupa di Cava. La capitale del Cava è senza dubbio Sadurnì d’Anoia, sarebbe come dire Sorbara per il Lambrusco.

  • Il Navarra è un altro vino che mi è piaciuto molto e che consiglio caldamente, ho provato il Palacio de Sada e non era male, anche se mi hanno detto che questa zona è più famosa per i suoi rosati, ma devo ancora provare.

  • Poi c’è la Mancha, io ho provato diversi vini dell’omonima marca e devo dire che non sono per nulla male.

Io solitamente prendo vini di Crianza cioè vini che sono stati invecchiati almeno un anno in botti di rovere. Quindi aggiungo la mia annata preferita, che è il 2005 o il 2001 e poi un prezzo che non sia inferiore ai 5 euro. In questo modo mi porto a casa un vino economico, corposo e di qualità.

Spero di avervi dato qualche indizio per potervi muovere con un po’ più di sicurezza tra le corsie dei supermercati di Madrid.

Concludo consigliandovi questo sito per reperire informazioni su zone, diciture e terminologia e invitando i più esperti a consigliarci qualche vino da non perdere.

Nunc vino pellite curas!” Ora cacciate col vino gli affanni! (Orazio)

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by zollo in Cucina, Cultura e Società, Varie