Hotel Ritz Madrid e la scusa della crisi

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

hotel-ritz-madrid

La crisi c’è e nessuno lo mette in dubbio. Più qui, più in Italia (dove il debito pubblico è arrivato a 1.750 miliardi di euro salendo di 104 nell’ultimo anno), più in Grecia o nel resto d’Europa, questo non importa, quello che importa e quello che vedo, sia qui che in Italia: molte aziende anche di fama internazionale, utilizzano la scusa della crisi per licenziare impiegati con contratti a tempo indefinito e sostituirli con impiegati meno costosi, più giovani, senza famiglia e disposti a concedersi per contratti meno vincolanti.

Ovviamente è una cosa che non si può provare, anche perché non ho gli strumenti per calcolare l’eventuale danno economico subito dalle aziende in questi tempi di crisi, ma sentendo chi viene licenziato e osservando l’atteggiamento comunemente diffuso di tali aziende, viene da pensare che la crisi, molto spesso, sia utilizzata come scusa.

Oggi leggevo su El Pais che l’hotel RITZ ha dimezzato il prezzo delle sue camere ai clienti che sono stati infastiditi dallo sciopero indetto per il licenziamento improvviso di 17 lavoratori. Queste persone sono state licenziate con la scusa di problemi economici, ovviamente dovuti a questa crisi, secondo la società, il calo di un 24% rispetto all’anno precedente motiva il licenziamento di 17 persone. Sebbene la portavoce dell’hotel sostenga che le persone licenziate non sono state sostituite da nessuna società di lavoro temporaneo, i lavoratori sono sicuri che questa sia la strada intrapresa dall’azienda e il fatto che sempre la portavoce non si esprima su come questa forza lavoro verrà sostituita, rafforza la mia tesi.

Sono convinto che un calo ci sia stato, così come sono convinto che questo calo non possa in alcun modo giustificare il licenziamento di 17 persone e così come sono convinto che questo atteggiamento da parte delle aziende possa portare a un collasso dell’economia. Così facendo avremo sempre più persone che prendono il paro e che quindi gravano sulle spalle dello stato alimentando la crisi e non tamponandola.

PS la camera più economica al Ritz costa circa 600 euro a notte.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by zollo in Cultura e Società, Varie