In vacanza a Madrid

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

CIMG3511

A Madrid fa ancora caldo, molti sono ancora in vacanza, altri ci si sentono e ad altri ancora sembra praticamente di non esserci mai stati. A me sembra di esserci stato, ma molto tempo fa…

Sono tornato da meno di una settimana e quello che mi resta è una folta barba, un’abbronzatura sbiadita, un po’ di panzetta da un non più ventenne e una cartella in più sul computer dal nome portugal 2010. Ormai ne sono certo, non riesco a vivermi le vacanze come dovrei.

Mi sembra che ogni mia azione sia finalizzata esclusivamente a crearmi dei bei ricordi, a tal punto che, ormai, non riesco a guardare i paesaggi o i momenti più belli senza pensarli rinchiusi in un punto jpg o punto mov.

La mia nuova cartella Portugal 2010 contiene tutte le foto delle mie vacanze di quest’anno, foto che ho già visto mille volte, perché le ho viste sul display della fotocamera, sul monitor del mio portatile, sull’iphone, ovunque e talmente tante volte che mi hanno praticamente già stancato. Non è per fare il nostalgico, ma una decina di anni fa a quest’ora non le avevo neanche sviluppate, una decina di anni fa costava vedere i propri scatti e, tornaiti dalle vacanza non si avevano quasi mai soldi…

Per inciso, adoro la tecnologia e vivo di questo, ma sento che mi sto perdendo qualcosa per strada, mi sembra di star correndo troppo, di non riuscire più a soffermarmi, a sentire e a godermi davvero della vita. Saranno i 30 anni, sarà facebook o forse Berlusconi, non so quale sarà la causa, ma non mi piace.

Per fortuna Madrid in questi giorni mi offre uno dei suoi volti più belli, in questo periodo, infatti,  Madrid è ancora vuota, moltissime attività sono chiuse e la notte è silenziosa, cosa davvero magica per chi vive ogni giorno questa città. La gente come me, che ha dimenticato prematuramente le proprie vacanze, vive come se fosse in vacanza, appropriandosi di spazi di cui quest’inverno non potrà godere. Non parlo semplicemente delle birrette nelle terrazze, ma delle passeggiate notturne, degli incontri e delle chiacchierate con chi è rimasto a Madrid, dei posti non affollati, di una città molto più vivibile, di un lavoro ancora poco stressate e di una qualità di vita nettamente più alta. È una cosa bella, e durerà poco, lo so, per fortuna ho l’occasione di portare in giro il mio cane, di osservare Madrid e di riuscire a rilassarmi senza dover andare a km di distanza per poter mandare una cartolina o per fare un bell’album di foto.

Beh per tutti quelli che sono a Madrid, se volete passare dalla Pepa vi ricordo che siamo aperti e che molto probabilmente domani facciamo vedere l’inter e sicuramente sabato ricomincia l’aperitivo, che aggiungere? Que viva Madrid, que viva la Pepa!

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by zollo in Pensieri, Varie