Visita a Madrid al Palazzo di Cibeles

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

Il 27 Marzo 2011 Ruiz-Gallardón ha inaugurato l’apertura al pubblico del Palazzo di Cibeles (Palacio Cibeles) che, grazie a un costoso e lungo processo di riabilitazione (8 anni e 466 milioni di euro spesi) potrà ospitare parte degli uffici dell’ayuntamiento di Madrid e fornire spazi per eventi culturali e artistici. Così l’antico Palazzo delle Telecomunicazioni progettato nel 1904 da Joaquín Otamendi e Antonio Palacios, lo stesso duo che ha progettato il palazzo del circolo di bellas artes, ha aperto le sue porte al pubblico che fino a luglio potranno visitare gratuitamente questo interessante spazio.

Sabato ho avuto il tempo di andarlo a visitare e devo dire che solo per il gusto di entrare in questo edificio davanti al quale sono passato mille volte, ne è valsa la pena.

Il palacio de Cibeles abre le porte con diverse esposizioni, ognuna sui differenti piani.

Al II piano potrete vedere una mostra fotografica sulla vita del palazzo, dalla prima pietra ai nostri giorni e c’e`anche una zona di lettura e relax arredata con mobili di design.

Al III, IV e V piano una mostra fotografica di tutto il processo di riabilitazione e ristrutturazione.

Al piano -1 c’è la mostra Habitantes y Paseantes, una mostra fotografica interattiva. In una parte potrete mettervi di fronte a una videocamera e farvi riprendere per qualche secondo. il vostro volto verrà poi utilizzato per una sorta di videomontaggio che darà vita ai volti tipo quello che vedete nella foto J.

Sempre allo stesso piano c’è consigliato un percorso d’arte di Madrid, vengno infatti messi in mostra le fotoretroilluminate di molti quadri conservati nella città di Madrid.

Purtroppo non sono riuscito a salire al piano 8 dove c’è una vista sulla città, perchè consentono l’ingresso fino alle 19 e bisogna fare il biglietto al piano terreno. Se andate a visitarlo vi consigli di fare subito il biglietto per il mostrador e di andare subito all’ottavo piano per poi scendere a piedi.

Ok adesso veniamo alla parte a mio giudizio più curiosa. Dato che questo era il vecchio palazzo delle poste, ci sono i banchi in marmo su cui ci si poteva appoggiare per scrivere. In due di questi sono stati inseriti degli iPad, il modello 1, probabilmente il 2 costava troppo…

Sulla parte opposta, sempre al piano 2 c’è un tavolo lungo quanto il bancone della pepa tencha e largo il doppio tutto touchscreen nel quale potete vedere e interagire con delle informazioni sui punti di interesse culturale di madrid. La stessa tecnlogia touch è utilizzata in dei pannelli a parte sui quali è possibile visualizzare video informativi sulla storia del palazzo di cibeles. Ho fatto un video perchè davanti a questo tavolo mi sono sentito un bambino.

Bene detto questo vi ricordo che la visita gratuita al Palacio de Cibeles è possibile dalle 10.00 alle 20.00 da martedi a domenica, le fermate sono Banco de España o Sevilla e si entra direttamente da Plaza Cibeles.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by zollo in Cultura e Società, Curiosità, Varie