#spanishrevolution

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

Oggi il primo trending topic in twitter è spanishrevolution vorrei spiegare agli italiani che leggono questo blog e che non vivono qui di cosa si tratta.

Da qualche tempo in giro per la città le mura di differenti quartieri hanno iniziato a colorarsi di scritte del tipo: “politici e banchieri corrotti” “non siamo numeri nelle mani di politici e bancieri”. Attraverso manifesti e bombolette spray, infatti, i disoccupati e frustrati professionalmente e personalmente dalla crisi che stiamo vivendo e dalla instabile situazione politica ed economica riunitisi attraverso la piattaforma http://democraciarealya.es/ (Democrazia Reale Subito!) hanno organizzato una manifestazione che pretende di durare fino a domenica prossima giorno di elezioni qui in Spagna.

Traduco quello che è l’inizio del manifesto dell’iniziativa:

“Noi disoccupati, sottopagati, subcontrattati, precari, giovani…vogliamo un cambio e un futuro degno. Siamo stanchi di riforme antisociali, che ci lasciano nel paro, siamo stanci delle banche che hanno provocato la crisi adesso ci alzino i tassi delle ipoteche o ci prenano le nostre case, siamo stanchi che ci impongano leggi che limitano la nostra libertà a vantaggio dei potenti. Accusiamio i poteri politici e economici della nostra situazione precaria e esigiamo un cambiamento radicale.”

La SpanishRevolution non è sotto nessun cartello politico, è, come intitola un giornale di qui, l’indignazione che si prende la strada. 1 settimana accampati in plaza Sol. Indignati, incazzati e stanchi, hanno partecipato 25.000 persone per ora.

In Italia come vanno le cose?

Quando iniziaremo a considerare violenza le leggi ad personam, il palese controllo dell’informazione di regime, la situazione precaria del lavoro, puttanopoli, e tutta la merda che ci costringono ad ingoiare? Quando inizieremo a considerarla violenza, forse sapremo rispondere con forza.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by zollo in Cultura e Società, Italia, Politica