Anacronismi italiani

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

PD-Bersani

{Piccola premessa doverosa, questo articolo è un punto di vista personale sull’esito delle elezioni, non è il punto di vista di tutta la comunità che rimane una comunità aperta. Se vorrete contribuire con una vostra analisi scrivetemi a collabora@italianiamadrid.it}

Chi mi conosce lo sa, sono un attivista del movimento 5 stelle, un sognatore, un exPD convinto, da sempre antifascista e sicuramente antiberlusconiano.

In questi giorni di campagna elettorale ho cercato di condividere la mia visione con più persone possibili, per metterla in discussione, per confrontarla e per, ovviamente, promuoverla.

Sono rimasto, più di una volta, molto deluso da come la sinistra abbia attaccato Grillo e come lo abbiano fatto anche giornali che ritenevo utilizzassero metodi differenti rispetto ai vari Libero, ilGiornale etc. Sono rimasto deluso anche da come molti abbiano tacciato il movimento di fascismo in maniera superficiale, ingiusta, totalmente di parte, ma soprattutto senza realmente voler comprendere le motivazioni e gli obiettivi del M5S.

Ma a prescindere dalla mia idea politica e dalla mia delusione personale, vorrei parlare della delusione che pervade oggi la maggior parte degli italiani di sinistra e soprattutto gli elettori del PD che si dichiarano pronti a espatriare o a cancellare dagli amici chi ha votato PDL dato che non riescono ad accettare che quasi un 30% dei votanti abbia scelto di nuovo Berlusconi.

A me questo non sconvolge, cari elettori di sinistra a me quello che sconvolge siete voi. Quello che sicuramente mi sconvolge di più è chi ha votato PD, questo PD, sperando davvero in un cambiamento. Io mi chiedo, dopo le primarie come si può ancora sperare che da questa base nasca un cambiamento reale? La cricca di Bersani dalle primarie in poi altro non ha fatto che crogiolarsi in una vittoria che in realtà è stata, agli occhi di tutti, l’inizio della sconfitta.

Non so cosa sarebbe successo se avesse vinto Renzi, sicuramente il M5S avrebbe preso meno voti e molto probabilmente Berlusconi non si sarebbe messo in gara, ma non è questo il punto, la domanda è che cosa avete visto di diverso in questo PD? Che cosa vi ha spinto, a votarlo? Che cosa esattamente volete smacchiare?

Non capisco, perché mi pare che adesso si stia valutando un dialogo tra macchie e smacchiatori, cosa succede? Ancora quelle belle ammucchiate che piacciono tanto a Silvio? Attenti, perché anche lì, come in campagna elettorale, lui è molto più esperto di Bersani o della Bindi (quella dei matrimoni gay) e compagnia bella.

E adesso di chi è la colpa? Degli italiani? Di Grillo il perfido dittatore? Dei pensionati (influenzabili) che hanno creduto all’IMU? Dell’Italia indegna che proprio non vuole capire la soluzione è il PD (UFFA! UFFA! Proprio non volete capirlo!)?

 Tutto questo è così anacronistico, l’Italia è anacronistica, voi siete anacronistici.

Io non ce la faccio più a vedere questo teatrino, di vecchi che fanno i giovani e di giovani che si sentono vecchi, me ne sono andato dall’Italia anche per questo, se provi a fare qualcosa, qualsiasi cosa o sei troppo o sei troppo poco o è troppo presto o troppo tardi, in Italia, l’unico modo che hai per avere una percezione del presente, dell’adesso, devi necessariamente andartene e il più lontano possibile.

 Ormai abbiamo visto di tutto, perfino Monti che era fuori dal teatrino è entrato alla grande a giocare al torneo di bocce per anziani insieme a al cavaliere e al figlio del benzinaio, un nonno seduto per terra a giocare con la nipote per fare il giovane e aprirsi account in twitter e in facebook (come il Papa), i giovani del PD che non sono più giovani da 15 anni e quando provano a cambiare qualcosa i vecchi li massacrano prima e gli comprano il meccano per tenerli impegnati mentre loro giocano a tresette al circolino.

Berlusconi anche lui un vecchio che è palesemente più giovane dei giovani del PD che conteranno qualcosa quando saranno vecchi. Tutta gente che sta in parlamento da un 20ntennio quando va bene, che ha visto cambiare le mode, scandali iniziare e finire guerre e rivoluzioni, che ha cambiato bandiera ma non ha mai, mai saputo vedere non dico il futuro, ma almeno il presente.


A che cosa serve allora votare PD? Diceva Renzi in un’intervista che chi vota Grillo si mette a posto la coscienza, non è così purtroppo caro Renzi, chi vota Grillo si rimbocca  le maniche (o comunque dovrebbe) perchè votare M5S vuol dire accettare il fatto che questo sistema non funziona più, vuol dire provare a pensare a un nuovo modo di fare politica che ci coinvolga direttamente dalla micropolitica alle grandi scelte. Utopico? Forse. Sbagliato? Lo vedremo. Nuovo? Sicuramente.

Invece è proprio chi ha votato PD che si è messo la coscienza a posto, quello si che è un voto di comodo, vai sull’usato garantito, non voti Berlusconi, anzi ti indegni perchè osano votare Berlusconi, e tu cosa fai? Voti chi lo ha legittimato per tutti questi anni, probabilmente dentro speri che vinca Berlusconi perchè quello che ti motiva politicamente è fare opposizione, opposizione all’orrendo, all’inaccettabile, per essere bianco che è nettamente diverso da nero, ma non importa tanto cosa succederà in Italia, cosa faranno dalla stanza dei bottoni, tu hai votato bene, hai votato PD, non hai ceduto al voto inutile come ti è stato detto, facendo fuori tutte le novità possibili, dando del fascista e populista a chi cerca di fare qualcosa di diverso, insultando chi fa il tuo stesso identico ragionamento ma dall’altra parte, solo perchè tu ti senti migliore, ma sei davvero sicuro di essere migliore?

 Io credo che quel 60% di persone che hanno votato PD e PDL abbiano fatto una scelta anacronistica, credo che non vogliano accettare che tutto stia cambiando sotto i loro occhi. Io credo che dovreste tutti considerarvi fortunati per avere in parlamento una forza al 25% come quella del M5S, quello che non so è se ve la meritate.

Questo perchè credo che il movimento possa solo portare qualcosa di buono e non perchè tutto il resto faccia schifo, una buona parte sicuramente, ma soprattutto perchè credo che l’idea di politica del movimento sia quello di cui l’Italia ha bisogno adesso. Credo che si debbano superare le ideologie e le nostre convinzioni per riuscire a prendere davvero in mano il paese. Credo che questo sia il momento di provare a vivere il presente e di viverlo davvero facendo qualcosa e partecipando alla vita politica più di quanto si sia fatto finora.

Non so se questa sarà l’uscita, ma sicuramente è un’alternativa migliore al teatrino PD-PDL che tanto vi piace.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by zollo in Varie