I guardiani del cielo di Madrid

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

I guardiani del cielo di Madrid

Ogni tanto dovremmo tirar su la testa e dare un’occhiata al cielo, potremmo scorgere uno dei tanti guardiani del cielo di Madrid, mai fatto caso? In tutta la città si trovano circa 30 statue, i “vigilantes del cielo de Madrid“, ecco qualche esempio:

Minerva: realizzata da Juan Luis Vasallo, è una delle poche sculture che si possono osservare da vicino, dalla terrazza del Circolo delle Belle Arti. La statua è alta più di sei metri e pesa tre tonnellate. Per sistemarla nella sua postazione dovettero utilizzare una piattaforma speciale in ferro, la stampa la chiamò l’Operazione Minerva.

I guardiani del cielo di Madrid

Il romano: si trova esattamente su Gran Via, al numero 60, creazione di Victorio Macho. La scultura è realizzata in bronzo ed è stata creata nel 1930; rappresenta un uomo che regge sulla sua testa una tempio (o una casa). Purtroppo non ci sono molte informazioni riguardanti quest’opera, a quanto pare si tratta di una sorta di allegoria del “lavoro” e del “risparmio”. Un’altra particolarità di questa statua è legata a una leggenda: si dice che ogni 21 marzo l’ultimo raggio di sole primaverile attraversi esattamente la casa che il romano tiene sulla testa… la prossima volta controlleremo attentamente!

I guardiani del cielo di Madrid

Incidente aereo: si tratta di un angelo caduto dal cielo! Si dice che questo viaggiatore avesse spiccato il volo tanto tempo fa e quando decise di tornare, non rendendosi conto del fatto che nel prato dal quale aveva spiccato fosse diventato una città, finisce col fare “incidente”. Lo scultore Miguel Ángel Ruiz definisce il protagonista della sua opera come: – Un viaggiatore molto distratto -. La statua si trova in Calle Milaneses, all’angolo con Mayor.

I guardiani del cielo di Madrid

Le due quadrighe: realizzate da Higinio Basterra nell’antico Banco de Bilbao nel 1923. Per la costruzione di queste sculture vennero utilizzate 25 tonnellate di rame, bronzo, piombo e ferro. Lo scopo era quello di rapprentare la forza e la potenza dell’antica Banca di Bilbao, l’immagine di una “banca che avanza guadagnando terreno di giorno in giorno”.

I guardiani del cielo di Madrid

Vittoria alata: la famosissima statua situata nell’edificio di Metroplis su Gran Via e costruita da Federico Coullaut negli anni `70, impossibile non vederla!

I guardiani del cielo di Madrid

Le allegorie della Scienza e dell’Arte e la Vittoria alata: situate nel Ministero dell’agricoltura, di fronte alla stazione di Atocha. L’opera originale venne scolpita da Augustin Querel sul marmo nel 1905, pesava ben 119 tonnellate. Nel 1972 un pezzo dell’ala di Pegaso cadde sulla strada e nel 1975 la scultura fu sostituita con una copia costruita in bronzo da Juan de Ávalos. I pezzi della struttura originale vennero posizionati nelle rotonde di Cadiz e Legazpi.

I guardiani del cielo di Madrid

Cornice del Palazzo Reale: non c’è un unico artista dietro a queste statue realizzate tra il 1750 e il 1753. La maggior parte di queste vennero spostate perchè, almeno così si racconta, la regina diede l’ordine di farle togliere dopo aver sognato che una di queste le sarebbe caduta addosso. In realtà sembra più probabile che Carlo III ordinó di togliere molte delle statue perchè un po’ eccessive.

I guardiani del cielo di Madrid

Non ci resta che augurarvi una buona passeggiata e, attenti a dove mettete i piedi mentre cercate i guardiani del cielo di Madrid!

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by Redazione in Cultura e Società