Museo Giurassico delle Asturie: MUJA

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Museo Giurassico delle Asturie: MUJA

Nella suggestiva costa Asturiana si trova il Museo Giurassico delle Asturie (MUJA), uno dei musei dedicati al mondo dei rettili più completo e educativo al mondo; una struttura singolare che riprende la forma dell’impronta di un dinosauro.

All’interno del MUJA assisterete al racconto della “vita”, dagli inizi fino alla comparsa dell’essere umano e non solo, troverete anche informazioni riguardanti la vita dei dinosauri,

Il museo è situato in quella che viene chiamata la Rasa de San Telmo, nel municipio di Colunga. In questo promontorio si può godere di una vista magnifica della costa orientale asturiana, un fattore da non sottovalutare.

	Museo giurassico delle asturie: MUJA
Una volta entrati nel museo noterete che anche l’area interna non è da meno: grandi spazi luminosi nei quali viene rappresentata la vita dell’intero pianeta terra. La scena centrale dell’edificio è dominata dalla riproduzione di una coppia di tirannosauri “immortalati” durante l’atto dell’accoppiamento, sono alti oltre 12 metri e se fossero fatti di carne e ossa peserebbero ben 10 tonnellate.
Museo Giurassico delle Asturie: MUJA
Data la struttura a forma di impronta di dinosauro, la parte interna del museo è caratterizzata da tre enormi volte che costituiscono il tetto dell’edificio. Il piano terra e il primo piano sono distribuiti seguendo la struttura delle volte e presentano i tre periodi del Mesozoico: Cretacico, Giurassico e Triassico.

Nel piano inferiore sono conservate oltre 400 tonnellate di fossili ancora da catalogare per le esposizioni future; nel primo piano sono presenti: sale adibite alle esposizioni temporali, sala d’aspetto, servizi pubblici, spazi privati e direzione del museo, magazzini, laboratori e installazioni generali.

Il filo conduttore del MUJA è il tempo e l’idea è quella di descrivere i fattori che hanno determinato la composizione attuale della vita nel pianeta.

La mostra si suddivide in quattro nuclei principali: impronte di dinosauri, resti di vertebre, fossili vegetali e elementi appartenenti a esseri invertebrati. L’offerta è ricca e interessante, inoltre rappresenta una buona occasione per scoprire un altro pezzetto di Spagna, per maggiori informazioni ecco un video dedicato ad una mostra temporanea dal titolo “Dinosaurios: Huevos y Bebès”.

Dall’1 di febbraio al 30 di giugno e dall’ 1 di settembre al 31 di dicembre (bassa stagione)

Me/Gio/Ve, dalle 10:00 alle 14:30 e dalle 15:30 alle 18:00

Sa/Do/Festivi dall’1 al 15 settembre, dalle 10:30 alle 14:30 e dalle 16:00 alle 19:00

Lu/Ma chiuso, a parte casi eccezionali quali: 25 e 26 marzo, 1 e 2 aprile, 9 settembre e 9 dicembre

Chiuso: dall’1 al 31 gennaio e il 25 di dicembre

Dall’1 luglio al 31 agosto (alta stagione)

Tutti i giorni, dalle 10:30 alle 20:00 (orario continuato)

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by Redazione in Musei