Calle del Pez, Madrid

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)

Calle del Pez, Madrid

Una nuova leggenda madrilena da raccontare: la leggenda di Calle del Pez. Abbiamo iniziato la scorsa settimana con Calle Montera e oggi continuiamo con un’altra storia, qualcuno di voi conosce le origini di questa via di Madrid?

Nel XVIII secolo un sacerdote, Don Diego Enriquez, era proprietario di un terreno molto vasto che comprendeva le attuali Calle de San Bernardo e Pozas. Un terreno molto bello caratterizzato da giardini, una bellissima fonte chiamata Fuente del Cura e un piccolo laghetto. La via all’epoca si chiamava Calle de la Fuente del Cura.

Quando Felipe II giunse a Madrid acquistò metà del terreno del sacerdote mentre l’altra metà fu ceduta a un signore di nome Juan Coronel.

Juan decise di ristrutturare la casa situata nel terreno ricevuto. Proprio in questa parte si trovava un laghetto pieno di pesci nel quale era solita giocare la figlia di Juan, Blanca. Purtroppo però, durante i lavori di ristrutturazione della casa, gli operai iniziarono ad utilizzare l’acqua del laghetto sporcandolo e causando la morte di tutti i pesci, tranne uno. Blanca riuscì a salvere l’ultimo pesce fino al completamento dei lavori.

Conclusa la ristrutturazione, Blanca e il padre ripulirono il laghetto e liberarono il pesce sopravissuto. Purtroppo proprio dopo la sua liberazione, il pesce perse la vita.  Blanca, colpita profondamente dal dolore per la morte del pesce, decise di entrare nel convento di San Plácido. Il padre, consapevole dell’amore della figlia per questi animali, decise di far costruire un pesce di pietra che posizionò nella facciata della casa con la scritta “Casa del pez”.

Il nome della casa divenne un simbolo e, per questo motivo, la calle prese il nome di Calle del Pez.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 5)
Posted on by Redazione in Cultura e Società